Fase due nelle carceri: la Conferenza e Mauro Palma a confronto

Anche in questo periodo di sospensione della maggior parte delle attività gestite dal volontariato all’interno delle carceri, la Conferenza Nazionale Volontariato Giustizia ha mantenuto il contatto con gli istituti di pena tramite le sue emanazioni regionali e le associazioni aderenti e ha raccolto le maggiori criticità, evidenziandole e proponendo possibili soluzioni, nel tentativo di stimolare il confronto con tutte le parti interessate, come avrete notato dai numerosi e puntuali comunicati che avete ricevuto.

Oggi si pone anche per le carceri l’urgenza di avviare una “fase due e di affrontare questioni delicate come la possibile ripresa dei colloqui e di tutte le attività di reinserimento sociale. Abbiamo avanzato le nostre proposte e il Garante nazionale delle persone private della libertà personale Mauro Palma ha accolto questa sollecitazione, proponendoci di incontrarci in videoconferenza martedì 12 maggio per discutere di quello che riteniamo di fondamentale importanza: come riportare una vita sociale in carceri, che oggi assomigliano a dei deserti.

Parteciperanno le Conferenze regionali, le associazioni nazionali e i singoli volontari, dietro specifico invito. Questa è una occasione di contribuire collettivamente a uscire da questo pericoloso impoverimento della qualità della vita in carcere.

Pubblicato da Francesca Valente

giornalista professionista

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: